domenica 20 maggio 2012

TORTA DI NOCCIOLE: ATTENZIONE CREA DIPENDENZA

torta nocciole

"Attenzione crea dipendenza"...Credo che sia questo il sottotitolo più adatto alla torta di nocciole, ricetta passatami delle sapienti mani della mamma di Giò (quella dei creme caramel, e delle paste di meliga...non so se mi spiego!)
Dico così perchè tutte le sante volte che la prepara a vado a casa loro a mangiare (e più della metà delle volte c'è) dopo il primo pezzetto che addento, è la fine! non riesco più a non continuare a mangiarne un altro pezzetto e tutte le volte giuro che è l'ultimo...mi ferma solo la buona educazione, nel non finire tutta la torta, e nel pensiero di quante ore di spinning mi toccherà fare per bruciare ogni singolo pezzetto...

Questa è una torta semplice, ma complicata nello stesso tempo. Dico così perchè anche se gli ingredienti e il procedimento sono apparentemente semplici, in pratica se non si posiziona nel modo corretto l'impasto nella teglia non si ha un risultato soddisfacente perchè non si avrà uno spessore sottile (ma non troppo) e quindi non diventerà croccante... Io ho dovuto provare un paio di volte prima di trovare la strada giusta, ed ancora non mi viene bene come quella della mamma di Giò... ^_^



TORTA DI NOCCIOLE
burro 50 gr
margarina 50 gr (si può sostituire con burro)
olio evo 50 gr
farina per impasti friabili 125 gr
fecola 125 gr
nocciole 250 gr
uova 2 medio grandi
zucchero 180 gr
polvere di caffè 1 cucchiaino

le dosi sono per una placca nera da forno

la ricetta è molto simile alla sbrisolona. Prima di tutto si prendono le nocciole (che devono essere di ottima qualità) e si sminuzzano grossolanamente, io la faccio con un coltello.
Quindi si mettono tutte le polveri: farine, zucchero, caffè in una boule e con le mani si mischiano velocemente. Alle polveri unisco i grassi solidi (burro e se usata margarina) e con le mani mischio con le polveri. Poi in un'altra boule mischio le uova con l'olio e le aggiungo al resto degli ingredienti. Per ultimo aggiungo le nocciole sbriciolate. Mescolo bene il composto in modo che sia più o meno omogeneo usando sempre le mani.
A questo punto prendo la placca nera del forno e la fodero con carta da forno e ci verso il composto. Attenzione, il composto non deve essere schiacciato assolutamente ma con l'aiuto di una forchetta o altro attrezzo dovrà essere piuttosto sgranato e diviso a mucchietti nella placca in modo che nel forno il composto si assesti da solo in cottura e la torta cotta non risulti alta più di un dito. Se fosse più alta la torta non sarebbe friabile ma resterebbe morbida.

Inforno a 180° ventilati per 30 minuti circa fino a quando la torta non risulta ben cotta e dorata.
Una volta torta dal forno, la torta va fatta raffreddare e poi fatta a pezzi con le mani.

Deve essere conservata in un luogo asciutto e al chiuso.



Se la ricetta o i consigli ti sono stati utili, lascia una piccola donazione. Anche solo con 1 euro contribuirai alla prossima spesa ed ai nuovi esperimenti di Francesca!

5 commenti:

  1. Solo a parlare di nocciole ci siamo illuminate! Davvero buonissima questa torta da sgranocchiare!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti molto buona ovviamente con le adeguate nocciole! io uso quelle di Giffoni che trovo all'esselunga.
      baci ^_^

      Elimina
  2. Oddio mi tenta da morire!!che brava!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io ho solo eseguito la ricetta, e neanche alla perfezione... devi ringraziare la mamma di Gio ^_^

      Elimina
  3. Interessante questa torta e deve essere anche buonissima. E' spiegata benissimo, proverò a farla con i bambini. Grazie!

    RispondiElimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time zuppa di verdure e pesce