domenica 15 maggio 2011

TORTA CON SORPRESA....

torta di piselli

Appena ho letto la ricetta di questa torta sono stata subito tentata di provarla...una torta dolce di piselli non l'avevo davvero mai sentita, e poi visto che è proprio stagione!!
La fonte?... sempre la stessa questo "misterioso" libro di pasticceria che sto testando da cui ho tratto anche i biscottini granella...e che sarà la prossima Biblio-traccia...^_^

Comunque, anche se vi può sembrare davvero strana, vi assicuro che sta torta di piselli è buonissimissimissima!!...e detto da me, ovvero una che questo ortaggio proprio proprio non lo ama, è quanto dire...

Ha una consistenza bella morbida ed umida, simile ad una torta di ricotta ed un sapore che richiama i piselli ma il gusto è miscelato con quello del limone. Secondo me è perfetta a merenda come accompagnamento di un bel caffè o tè...ed anche a fine pasto, insieme ad una salsa zabaione sarebbe fenomenale.

torta, piselli

Quindi ecco qui la torta di stagione ai piselli novelli...ma ovviamente vanno benissimo anche quelli surgelati.
Un'ultimo appunto: dato che il libro da cui ho tratto la ricetta ha sempre dosi industriali, vi metto nella ricetta le dosi che ho usato io e che sono riproporzinate su quella originale che come base aveva 250 gr di tuorli...in pratica una montagna di uova... ho messo tra parentesi le dosi originali così potete anche voi riproporzionare il tutto in base alle dosi che volete fare!


TORTA DI PISELLI
piselli sgranati 230 gr (600 gr)- il peso è da cotti e frullati
zucchero a velo 115 gr (300 gr)
burro leggermente salato 95 gr (250 gr)
farina 00 115 gr (300 gr)
tuorli 95 gr (250 gr)
albume135 gr (350 gr)
limone 3/4 dell'intero limone in scorza e succo (2 limoni)

le dose sono per una tortiera di 24 cm a cerniera.
Tra parentesi le dosi nella ricetta originale.

Ho lessato i piselli rendendoli teneri e poi da caldi li ho subito frullati nel tirtatutto.
Poi ho iniziato montando il burro ammorbidito con lo zucchero aggiungendo poco alla volta i tuorli e poi il succo e la scorza del limone.
Ho aggiunto quindi i piselli in purea ormai freddi, la farina tassativamente setacciata per ariegiarla e per ultimo gli albumi montati a neve amalgamando con cautela per non smontare il tutto.

Mi raccomando gli albumi devono essere montati a neve ferma ma non fermissima cioè devono risultare un composto morbido in modo che si possa amalgamare perfettamente con il resto degli ingredienti senza smontarsi o creare "grumi". Altrimenti la torta non crescerà in modo uniforme e dentro l'impasto non sarà areoso e omogeneo ma avrà bolle di aria.

Ho imburrato ed infarinato la tortiera e quindi ho versato il composto (deve avere una altezza di circa 2 cm) che ho infornato a 190° non ventilato per 40-50 minuti o comunque fino a quando risulta ben dorata sulla superficie.

La torta deve essere fatta raffreddare bene prima di essere sformata e servita spolverizzata di zucchero a velo.

20 commenti:

  1. mi hai incuriosito!!!:D io i piselli non li amo..magari questo è un modo per cominciare a rivalutarli!
    baci!

    RispondiElimina
  2. Ciao!Io ho visto una volta una ricetta (delle tartine di frutta con crema di piselli) su La Cucina Italiana..dopo la tua ricetta mi sta crescendo la curiosità di provare a usarei piselli nei dolci!
    COmpilmenti!

    RispondiElimina
  3. Non ci poteva esser eun nome più azzeccato di questo! E' davvero una sorpresa per me vedere una torta preparata con i piselli...eppure è così invitante! Mi hai incuriosito troppo, la voglio provare!

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutte!
    se provate la torta fatemelo sapere!! sono curiosa si sapere il vostro giudizio... ^_^

    RispondiElimina
  5. Fatta ieri sera, forse 50 minuti nel mio forno sono davvero troppi, l'ho sfornata dopo 45 e forse si poteva togliere anche prima. Ma la torta è deliziosa, molto delicata e fresca, non ho messo neanche lo zucchero a velo sopra, purtroppo nella mia la presenza del limone quasi non si percepiva.. la prossima volta aumenterò un pò.
    Mi piacerebbe ricavarne una versione ancora più leggera, magari con meno zucchero o qualche altro tipo di dolcificante più sano e naturale (io ho utilizzato lo zucchero di canna bio) e olio al posto di tutto o parte del burro .. che dici è un azzardo?
    Comunque grazie per la ricetta è ottima!!
    Ti seguo da un pò e questa è la prima ricetta che realizzo e commento.

    Saluti Daniela

    RispondiElimina
  6. Ciao Daniela,
    hai messo il forno non ventilato? Comunque secondo me se hai utilizzato lo zucchero di canna al posto di quello a velo si sono modificati sicuramente consistenza, tempi di cottura e soprattutto il gusto visto che lo zucchero di canna ha un sapore molto deciso e quindi può aver nascosto quello del limone. Poi l'olio puoi provare, ma temo che cambieresti completamente il tipo di torta...Purtroppo non è una ricetta che ho inventato io, ma come ho scritto, l'ho letta e pedissequamente riportata da un libro di cucina...comunque prova, e poi fammi sapere! ^_^

    RispondiElimina
  7. Ho provato al torta con le zucchine e quella con le barbabietole, ma questa mi mancava! La farò presto!

    RispondiElimina
  8. No! ma dai!?
    mi dai la ricetta con la barbabietola!! ti prego le adoro...

    RispondiElimina
  9. Fatta ieri sera!!!
    Ho pasticciato un pò perchè dopo aver fatto tutto l'impaso mi sono accorta che avevo dimenticato la farina e l'ho aggiunta alla fine.
    Per la cottura ho seguito le tue indicazioni ma l'ho tolata dal forno dopo 40 minuti. Si stava bruciando. Il dubbio che ho è sul colore. a me è venuta verde, e non bianca come nella tua foto ragion per cui l'ho soprannominata la TORTA DELL'INCREDIBILE HULK!!!
    Fabiana
    Ps ti farò sapere i commenit dei miei colleghi che faranno da cavia...

    RispondiElimina
  10. Oddio...Ma che piselli hai usato? quelli di chernobyl??!! :)
    senti, ho ricontrollato le dosi della ricetta che ho trascritto ed i tempi di cottura e sono quelli del manuale che, salvo vuoto di memoria, sono quelle che (stranisssimamente) ho pedissequamente seguito...
    Visto che sia tu che Daniela mi dite che il tempo di cottura è troppo, ho deciso che a brevissimo la rifaccio per ricontrollare...

    RispondiElimina
  11. pisellini findus surgelati...

    RispondiElimina
  12. i miei colleghi l'hanno mangiata tutta...quindi hanno gradito..vediamo se adesso mi diventano tutti verdi...ahahaha

    Fabiana (cioè l'anonimo)

    RispondiElimina
  13. Faby,
    mannaggia la miseria ma com'è che con gli stessi piselli a te è venuta verde e a me no??...mi sarebbe piaciuta così tanto verde!
    comunque mi tocca proprio riprovarla perchè ci sono troppe cose che non quadrano... qui o ero drogata, o ho un forno posseduto...

    RispondiElimina
  14. Comunicazione di servizio! ^_^
    ...Ho rifatto la torta per capire i dubbi su cottura e colore finale della torta.
    Confermo (almeno con il mio forno) che 40-50 minuti a 190 non ventilato sono giusti. In effetti ho tenuto 45 minuti abbondanti. Il colore è quello della foto con un leggero fondo verdino...non è verde hulk! infine: fate attenzione a questi due passaggi che ho notato essere fondamentali per la riuscita perfetta della torta: farina setacciata e albume montato a neve ferma ma non fermissima per amalgamarsi senza fatica al resto dell'impasto senza creare "grumi"!

    RispondiElimina
  15. CIAO..cavoli ho prvato a fare la tua torta di piselli ma il risultato nn è proprio stato dei migliori..mi spiego:la mia è venuta verdina e poi è poco dolce e si sentono molto i piselli...!:( l'idea è molto carina! dovrò riprovare..
    cinzia

    RispondiElimina
  16. Cinzia ciao,
    allora in effetti la torta non è dolcissima, ma secondo me se tu sentivi tanto i piselli sei stata scarsa di limone (succo e scorza) perchè sono loro a coprire molto. Inoltre il colore dovrebbe essere leggermente verdino e secondo me meno limone metti più tende al verde...credo almeno perchè ho fatto un paio di prove e mi pare che sia così. Comunque è una torta un pò fuori dai canoni... ^_^

    RispondiElimina
  17. ah grazie!effettivamente avevo pensato che se avessi messo più limone la cosa sarebbe stata un po' meno disatrosa.. la scena è stata questa: arriva il mio ragazzo ed entusiasta gli offro un pezzo di torta, che avevo sfornato poco prima... lui felice e famelico ne addenta un boccone, a fatica lo manda giù, e con aria da cane bastonato, appoggia la fetta che aveva in mano, mi gurda e fa:"la finisci tu questa fetta vero?????"ahahah.. per tutto il resto c'è mastercard!ahahah!

    RispondiElimina
  18. Cinzia,
    ahahah! ...mi spiace troppo!!
    Guarda Giò se l'è mangiata volentieri tutte le volte e non è tipo da torta...forse da torte salate?! ahahah! ;)
    comunque un'altra cosa: la torta va mangiata veramente fredda, perchè da calda o tiepida ha davvero un sapore diverso te lo dico per esperienza....se hai il coraggio di riprovare fammelo sapere!! ^_^

    RispondiElimina
  19. Io ne ho una variante con la zucchina, viene molto verde ma il sapore alla fine convince anche i più sospettosi!
    Ma tu dici che se non monto gli albumi a neve fermissima il risultato migliora e lievita in modo omogeneo? Questa non l'avevo mai sentita ma ha molto senso!
    Grazie

    Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa,
      diciamo che le cose stanno così: se monti troppo gli albumi quando vai ad incorporarli nel composto noterai che faranno molta fatica a mescolarsi uniformemente perchè si formeranno dei "grumi" di albume montato. Se non riesci a romperli tutti potrebbero darti una lievitazione non uniforme al composto. Se invece monti l'albume sempre a neve ferma ma ancora abbastanza morbido da essere uniformemente incorporato nel composto, il risultato dovrebbe essere migliore.
      a presto!

      Elimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time zuppa di verdure e pesce