giovedì 29 maggio 2014

CHOCOLATE CHUNKY COOKIES I PREFERITI DI GIO'

biscotti al cioccolato, chocolate chunky cookies

Incredibile l'epoca in cui viviamo, e chissà cosa ci aspetta ancora.
Io sono cresciuta con il mangiadischi, la televisione in bianco e nero tassativamente senza telecomando, la posta (fisica intendo!) ed i gettoni telefonici.

Dopo quarant'anni succede questo: sabato mattina, colazione a letto, e penso che mi piacerebbe preparare i cookies al cioccolato che tanto piacciono a Giò ma che mai ho provato a fare. Faccio una rapida ricerca su internet, ma nulla mi soddisfa e quindi penso "chiedo alla mia amica (americana) Andrea se ha una ricetta per questi biscotti". Scrivo una mail direzione altra parte dell'oceano con la richiesta. Tempo 5 minuti e mi arriva risposta con ricetta del New York Times allegata. Verifico la lista degli ingredienti, ho tutto. Mi alzo e vado a preparare i miei chunky cookies....

Incredibile. Scusate, sembrerò Matusalemme, ma non posso non scrollare la testa e sorridere quando penso a quanto è cambiato il nostro modo di vivere, a quante cose sono diventate la normalità e che pochi anni fa sarebbero state incredibili. E quello che mi viene da pensare dopo è: chissà cosa sarà la nuova normalità tra 30 anni....

Ok, divagazioni a parte, ecco a voi questa fantastica ricetta direttamente dagli USA, la ricetta originale era, per i gusti di Giò e forse italiani in genere, leggermente troppo dolce così ho ridotto lo zucchero, ma per chi vuole la ricetta originale ecco qui il link.

Biscotti davvero fantastici, talmente tanto che ne ho raddoppiato le dosi perché le palline di pasta possono essere congelate e poi cotte al momento.


CHOCOLATE CHUNKY COOKIES

farina 370 gr
burro leggermente salato 230 gr
zucchero semolato 100 gr
zucchero di canna 150 gr
uova 2 medio grandi
vaniglia 2 stecche
cioccolato fondente 400-450 gr
bicarbonato 3 gr

gli ingredienti sono per 34 biscotti circa.

Prima di tutto ho tirato fuori dal frigo il burro che deve essere morbido quando andrà lavorato.
Nel frattempo ho preparato tutti gli altri ingredienti ed in particolare ho tagliato a dadini di circa 1/2 cm il cioccolato fondente. Potete usare anche le gocce di cioccolato, ma come mi insegna la mia amica Andrea di solito il cioccolato in gocce è di qualità inferiore di quello delle tavolette... :)

Una volta ammorbidito il burro l'ho messo nella boule del Kenwood con la frusta K ed ho fatto andare a media velocità fino a quando non è diventato cremoso. Ho aggiunto quindi gli zuccheri ed ho fatto andare ancora per un paio di minuti. Ho aggiunto le due uova sbattute con dentro i semi della vaniglia ed ho fatto andare ancor ma a bassa velocità fino a quando tutti gli ingredienti sono bene amalgamanti. Non mi è restato che versare un cucchiaio alla volta la farina con il bicarbonato sempre a bassa velocità.

Per ultimo ho versato i dadini di cioccolato ed ho fatto girare la pala solo lo stretto necessario per far amalgamare la cioccolata altrimenti se si proluga troppo l'operazione tutto l'impasto diventa marrone! Può aiutare se fa molto caldo tenere la cioccolata nel congelatore fino al suo utilizzo nella pasta.
L'impasto risulterà piuttosto compatto e quasi colloso.

Su un foglio di carta da forno ho allineato circa 34 palline. Per questa operaione mi sono aiutata con il porzionatore del gelato, ma quello di dimensioni  più piccole altrimenti i biscotti (almeno per me) diventato troppo grandi.

Le palline di pasta vanno messe in frigorifero per almeno un paio di ore se volete cuocerle subito, altrimenti vanno messe nel congelatore e dopo un paio di ore quando ben dure potete trasferirle in un sacchetto e conservarle sempre nel congelatore.

Per la cottura: 160° ventilato per 15 minuti. Le palline vanno ben distanziate sulla placca da forno, direi che più di 9 alla volta non si possono cuocere altrimenti si attaccheranno.
Se le palline sono in frigo toglietele proprio appena prima di infornare, mentre se sono nel congelatore tiratele fuori e posizionatele sulla placca del forno prima di accendere il forno.

I biscotti vanno conservati al riparo dell'umidità in una scatola di alluminio una volta cotti.


Se la ricetta o i consigli ti sono stati utili, lascia una piccola donazione. Anche solo con 1 euro contribuirai alla prossima spesa ed ai nuovi esperimenti di Francesca!

0 commenti:

Posta un commento

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time zuppa di verdure e pesce