giovedì 5 aprile 2012

OVETTI DI CIOCCOLATO RIPIENI DI NOCCIOLA E CAFFE'

cioccolatini,ovetti di cioccolata ripieni, caffè, nocciola

E con questa finisco le ricette dedicate alla Pasqua di quest'anno!

Alla quasi vigilia di Pasqua eccovi qui gli ovetti di cioccolata fondente ripieni di una ganache di nocciole e caffè.

Devo dire che è stata una impresa titanica...e vi spiego perchè: questa volta è proprio il caso di dire che l'abito fa il monaco...ovvero avere le attrezzature opportune, e per opportune intendo professionali, aiuta. E tantissimo...

L'anno scorso ho comperato due stampi: uno per gli ovetti ed uno per un uovo di circa 20 cm...ma non avevo avuto modo di provarli. Quest'anno non mi sono fatta sfuggire l'occasione e, comperata una quantità abominevole di cioccolata con tutti i rischi connessi al mio stato di ciocco-dipendente all'ultimo stadio, mi sono messa all'opera.

Ma subito la prima domanda sorge spontanea: come si fanno ad unire due mezzi ovetti ripieni? e già, perchè un uovo grande e vuoto all'interno lo sanno praticamente tutti come si fa a chiudere: si scalda una placca da forno si appoggiano le due metà per un attimo in modo da scaldare i bordi e quindi si uniscono. E già...ma un ovetto ripieno?...guardo in giro e su internet vedo Guido Castagna che produce ovetti manco fosse una catena di montaggio usando un telaietto in metallo e due stampi rigidi in policarbonato, in pratica il telaio permette di unire le due metà e produrre subito ovetti perfetti... già...ma io avevo uno stampo solo, e per di più in policarbonato di quelli morbidi... e quindi? e quindi pensa che ti ripensa ho deciso di fare mezzi ovetti chiusi come un normale cioccolatino che poi ho unito con un goccio di cioccolata fusa... un lavoraccio! Talmente un lavoraccio che pur sapendo che lo stampo non doveva assolutamente essere messo in lavastoviglie, il mio Io insconscio lo deve aver talmente odiato, e sperato che comperassi per l'anno prossimo un nuovo stampo rigido, che l'ho messo in lavastoviglie dove ovviamente ne è uscito inutilizzabile...

..e già per l'anno prossimo lo stampo si compera, ma 'sto telaietto? dove cavolo l'avrà trovato Guido Castagna? se lo sapevo glielo chiedevo a Cioccola-tò!

Non mi resta che augurare Buona Pasqua a tutti voi! e un in bocca...all'ovetto!!! ^_^


OVETTI RIPIENI DI GANACHE ALLA NOCCIOLA E CAFFE'
per la ganache:
panna 150 gr
cioccolato fondente novi 200 gr
nocciole di Giffoni 100 gr o pasta di nocciole
caffè solubile 5 gr
glucosio 10 gr
zucchero 15 gr

per le "camicie":
cioccolato fondente novi 1000 gr circa


le dosi sono per circa 40 ovetti.

Ho iniziato con la ganache: con il tritatutto ad alta velocità del kenwood ho ridotto in pasta le nocciole. In pratica ho messo prima metà della quantità e l'ho ridotta in pasta abbastanza soda, ho fatto lo stesso con il resto e poi ho rimesso tutto insieme nel tritatutto fino a ridurre in pasta piuttosto oleosa. In lalternativa potete usare una pasta di nocciole già fatta.

Nel frattempo ho messo a scaldare la panna con il glucosio, lo zucchero e il caffè solubile. Una volta che la panna è arrivata a bollore, ho spento ed ho versato dentro prima la pasta di nocciole e poi, una volta amalgamata ho aggiunto il cioccolato fondente in pezzi. A questo punto con un minipimer ho amalgamato la ganache fino a renderla lucida e soffice.

Fatta la ganache, mi sono dedicata alle "camicie" ovvero ai gusci degli ovetti.
Come al solito effettuo il temperaggio per inseminazione quindi ho preso circa 1/3 del cioccolato, l'ho spezzettato e l'ho messo in una ciotola per microonde. Ho sciolto il cioccolato nel microonde ad intervalli di 20-30 secondi alla volta a media potenza e mescolando con una spatola in silicone ogni volta. Quando il cioccolato è tutto sciolto ed ha raggiunto la temperatura di 50°circa, ho aggiunto poco poco alla volta pezzi di cioccolato ed ho mescolato (cercando di non inglobare aria altrimenti avrete delle bollicine) con la spatola in modo da far scendere la temperatura. Il cioccolato in pezzi regolari, va aggiunto un pò alla volta, solo quando si vede che il precedente si è sciolto tutto e solo fino a quando il cioccolato non raggiunge la temperatura di utilizzo ovvero 31°.

Arrivato a temperatura di utilizzo l'ho versato sugli stampi creando i gusci, ho atteso che i gusci si solidificassero (ho messo un minuto nel freezer) e quindi con l'aiuto di una sac a poche ho riempito i gusci con la ganache. Ho ricoperto con cioccolato fondente. Ho atteso che anche la parte superiore si asciugasse e poi ho sformato i mezzi ovetti.

Per unire i mezzi ovetti ho scaldato un pò di cioccolato (non deve essere temperato) e ne ho versato alcune gocce sulle metà che poi ho unito.

Se la ricetta o i consigli ti sono stati utili, lascia una piccola donazione. Anche solo con 1 euro contribuirai alla prossima spesa ed ai nuovi esperimenti di Francesca!

5 commenti:

  1. Compliementi!!!!! Sono BELLISSIMISSIMI
    Credo proprio che Brico-man li gradirebbe molto!!! Ed io, povera piccola fiammiferaia anche a Pasqua guarderò gli altri mentre si strafocheranno di dolci... perchè NON posso mangiare neppure le colombine, ti ricordi , vero??
    Bacissimi Disco Barbie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hey Disco Barbie di a Brico-men che gliene provo a mettere qualcuno da parte... ^_^

      Elimina
  2. In questa ricetta non mi cimento....troppo per me!
    Te ne sono avanzati?
    Lafabi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se riusciamo a vederci in settimana magari qualcuno ne salvo...ma qui pare ci sia la fila...

      Elimina
  3. Va bene.fa niente..sigh sigh..

    RispondiElimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

biscotti al cioccolato morbidi Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time