sabato 26 novembre 2011

MARMELLATA DI CACHI CON VANIGLIA E RHUM

marmellata di cachi, marmellata confettura

I cachi mi sono sempre piaciuti un sacco: hanno quella forma paffutella e quel bel colore arancio vivo che solo a guardarli ti mette il buonumore. E considerando che sono frutti autunnali in cui le giornate sono per antonomasia grigie e tristi, questo è davvero un gran bel merito. Del cachi mi piace anche l'interno, la polpa morbida e un pò gelatinosa con questo sentore di vaniglia, mi diverto un sacco quando faccio la marmellata a paciugarmi tutte le mani per pulirli... ^_^
Unico grande difetto è che sono caloricissimi data la quantità di zucchero che contengono...

Bene oggi sono di poche parole, vi lascio subito alla ricetta dicendovi che questa per me più che una marmellata è una salsa, un quasi dessert o un accompagnamento ad un dessert che con il suo sapore delicato ma dolce e fruttato ben si sposa per esempio con il cioccolato amaro. Un esempio di come io l'ho utilizzata è stato come abbinamento ad una crostatina di cioccolato in frolla di amaretto.



marmellata di cachi, marmellata confettura

La marmellata una volta raffreddata tende a volte a separarsi in parete più solida e più liquida sopra, niente paura basta una volta aperto dare una bella girata con un cucchiaino.


MARMELLATA DI CACHI CON VANIGLIA E RHUM
marmellata cachi, vaniglia, rhum
cachi classici italiani 2.500 gr polpa già pulita
zucchero 900 gr
vaniglia 2 e 1/2 stcche grandi da 22 cm
Rhum 7 anni 75 ml

le dosi sono per 10 vasetti 250 ml circa

Ho pulito i cachi dalla buccia e dai possibili noccioli, quindi ho pesato la polpa pulita per proporzionare lo zucchero da aggiungere. Ho messo la polpa dei cachi, lo zucchero e i semi ricavati delle bacche di vaniglia in una pentola antiaderente a fondo spesso.
Per quanto riguarda lo zucchero, il peso aggiunto dipenderà da quanto gradite il dolce. Personalmente io consiglio 800/900 gr ma se amate il dolce potete aumentare fino a 1.000 gr per le dosi nella ricetta.

Nel frattempo ho messo a sterilizzare i vasetti di vetro (senza tappi) nel forno acceso a 100° per 30 minuti circa.
Ho frullato con il frullatore ad immersione il composto di frutta e zucchero direttamente nella pentola e quindi ho messo il tutto sul fuoco.
Ho girato di tanto in tanto ed ho atteso che il composto prendesse il bollore (circa 20 minuti) quindi ho aggiunto il rhum ed ho fatto sobbollire per 3 minuti circa.
Tenete presente che il composto è piuttosto denso quindi farà solo qualche piccola bolla.
Ho messo immediatamente la marmellata calda nei vasetti che ho chiuso e posizionato a testa in giù fino a raffreddamento.

Se la ricetta o i consigli ti sono stati utili, lascia una piccola donazione.
Anche solo con 1 euro contribuirai alla prossima spesa ed ai nuovi esperimenti di Francesca!

13 commenti:

  1. Questa me la tengo in evidenza ... mi piace un sacco !
    Mandi

    RispondiElimina
  2. ci stavo pensando proprio in questi giorni che volevo una ricetta per fare una marmellata di cachi! questa la rifaccio sicuro!:D

    RispondiElimina
  3. Avverto tutti i coloro che vissitano questo blog. Questa marmellata crea dipendenza.....Fabiana

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti per la visita!!

    Fabiana sei un mito... ^_^

    RispondiElimina
  5. Finalmente una ricetta che mi piace... grazie
    GRAZIA

    RispondiElimina
  6. Ciao Grazia,
    ...spero che il finalmente sia rivolto alla marmellata di cachi... e non alle ricette di TcC.... ^_^ scherzo!!!
    mi fa piacere averti dato uno spunto di tuo gradimento...torna a trovarmi!

    RispondiElimina
  7. ...Capisco che è una marmellata e che quindi lo zucchero ci vada per forza, ma che dici, si può fare una variante tipo composta? Nei cachi c'è già così tanto zucchero, che forse ci si riesce, magari però serve un addensate che ne pensi? :)

    RispondiElimina
  8. Ciao MeDea,
    puoi farla con meno zucchero ma ovviamente avrà una conservazione in termini di tempo più limitata. Almeno questo dice la teoria. Infatti io la faccio così nelle preparazioni che consumo subito guarda qui
    http://traccedicibo.blogspot.com/2010/11/crepe-autunnali-per-un-week-end-di.html
    comunque non serve addensante, lo zucchero non serve a quello ma solo a conservare!

    RispondiElimina
  9. mi hanno regalato una cassetta di cachi vaniglia. Secondo te posso utilizzarli al posto dei cachi normali in questa ricetta??? magari aggiungendo un bicchiere di acqua in cottura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      ma se non faccio errori i cachi vaniglia sono quelli che uso anche io e sono quelli fotografati...
      quelli che intendi tu sono mi pare i Persimon cioè quelli sono molto sodi...in ogni caso non aggiungerei acqua. La cottura e lo zucchero fanno fuoriuscire quella che hanno dentro le fibre...
      Fammi sapere sono curiosa!!

      Elimina
  10. ci provo .. poi ti sapro' dire la ricetta e' bella e io sono invasa dai cachi prodotti dalla mia volenterosa pianta .. grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, se hai voglia fammi sapere come è andata!

      Elimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

biscotti al cioccolato morbidi Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time