domenica 28 agosto 2011

PASTA CON LE VONGOLE ALLA MONSIEUR EGO...

pasta con le vongole, vongole

...Che razza di titolo è? e soprattutto chi M****(bip!= usuale aggettivo alla Montalbano) Monsieur Ego? direte voi...^_^
Mbe sì è vero, sono piuttosto spanata per il caldo come tutti quanti voi, ma non sono del tutto impazzita...Ora vi spiego tutto: in effetti Monsieur Anton Ego (il mega-iper-raffinato-critico gastronomico di Ratatouille) come alcuni più assidui di voi sanno, a volte passa da questo miserrimo blog e lascia commenti qua e là... ^_^

Mbe da persone a lui vicine e ben informate, sono venuta a sapere che è ghiottissimo di spaghetti con le vongole! Gli piacciono talmente tanto che spesso, non contento di quelle che trova in giro perchè non all'altezza dei suoi altissimi standard, si vede costretto a prepararla con le sue stesse manine...
E adesso lo scoop: pare che questa che vi lascio qui di seguito, sia la sua ricetta personale trafuga, a rischio della vita, da una spia che spesso gliel'ha vista cucinare e che ha avuto anche la fortuna di assaggiarla!!...

...Speriamo che Monsieur Ego non legga questo post! ^_^

PASTA CON LE VONGOLE ALLA EGO
vongole 1 sacchetto (circa 1 kg)
pasta 200-400 gr ma sceglietela lunga e porosa
aglio 2 spicchi
peperoncino piccante 1 fresco
peperone verde "a punta" 1/2 se grande 1 se piccolo
vino bianco 1/2 bicchiere
prezzemolo 1 ciuffo
olio
sale grosso


le dosi sono per 3-4 porzioni circa

Prima di tutto è assolutamente necessario mettere a spurgare le vongole. Quindi ho preso le vongole e le ho messe in un recipiente capiente e ho aggiunto abbondante acqua salata. Per acqua abbondante intendo almeno 4 dita sopra le vongole. Salata invece vuol dire che mettete sale grosso più o meno tanto quanto ne mettereste per salare l'acqua della pasta. Non esagerate con il sale perchè altrimenti avrete delle vongole salatissime... Io di solito faccio spurgare un paio di ore poi sciacquo e ricambio l'acqua salata mettendone di pulita per almeno un'altra oretta.

Finito il capitolo "spurgo"...la ricetta è delle più semplici. Si fa un battuto al coltello (per me è diverso farlo al coltello piuttosto che con un tritatutto...) molto fine di tutti gli altri ingredienti: aglio, peperone, peperoncino e prezzemolo. Poi una volta messa l'acqua della pasta sul fuoco, parto con il sugo di vongole che prenderà solo pochi minuti. In una pentola capiente tipo wok (ma non antianderente se no la rovinate) o una casseruola piuttosto capiente (dopo ci deve stare anche la pasta) ho messo abbondante olio, aglio, peperone e peperoncino ed ho acceso a fuoco vivace. Una volta ben caldo l'olio e le verdurine sono ben rosolate, ho versato le vongole scolate dall'acqua e rigirandole con un cucchiao di legno ho atteso un minutino che la padella riprendesse calore. Ho versato quindi il vino bianco sempre rigirando le vongole. La cottura è velocissima, pochissimi minuti giusto il tempo di vedere aprire le prime vongole...poi consiglio di spegnere in modo che con il calore residuo si aprano anche le ultime, così eviterete di stracuocere le vongole e renderle gommose. Se vi siete sincronizzati alla perfezione a questo punto avete già versato la pasta a cui mancava un minutino al termine della cottura che avete terminato con le vongole. Se invece le vongole sono cotte prima, nessun problema: spegnete e aspettate la cottura della pasta per riaccendere. E' importante comunque che la pasta sia tolta un minutino prima del termine della cottura in modo che la finisca con l'acqua delle vongole ed è fondamente scuotere padella e/o mescolare bene per creare una bella cremina.
Terminata la cottura della pasta e una volta spento il fuoco aggiungo il prezzemolo tritato abbondante e se serve un goccio di olio.

6 commenti:

  1. Purtroppo per Lei , ho letto il post ...Complimenti alla Spia !!!!!. Ricetta perfetta ..!!!!!!.. Tuttavia messieur ego , l'aglio sotto forma di trito , l'avrebbe messo anche alla fine insieme al prezzemolo .....

    RispondiElimina
  2. Niente male questa pasta! Complimenti a Monsieur Ego per la ricetta ma soprattutto alla spia per averla trafugata e condivisa!

    RispondiElimina
  3. Gaassspppp! Monsieur Ego!!! quel plaisir... meno male che ha apprezzato!...^_^

    RispondiElimina
  4. Caro Lerocherhotel,
    questa spia sarà ricordata sui trattati di gastronomia per il suo coraggio!!

    RispondiElimina
  5. Consiglio sempre se posso permettermi di cuocere la pasta insieme alle vongole, come un risotto

    RispondiElimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

biscotti al cioccolato morbidi Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time