venerdì 28 maggio 2010

I GRISSINI E IL CRAMPO AL DITO DI FABIANA

grissini, rosmarino, noci, olive, sesamo
E già, l'avreste mai detto che i grissini potessero provocare crampi alle dita?
E invece sì, almeno nel caso della povera Fabiana...
Perchè? perchè sono già stordita di mio, ma in questi giorni ancora di più.. :-/
e allora è successo che partendo per Pescara mi sono dimenticata di trascrivermi la ricetta dei grissini che avevo provato e fotografato per voi...
Per fortuna che mi sono ricordata che Fabiana (che ha avuto la disgrazia di essere mia compagna di corso alla Cucina Italiana) aveva la dispensa a casa.

grissini, rosmarino, noci, olive, sesamo
Le ho chiesto quindi se per caso poteva mandarmi una mail con la ricetta... la poverina per non aspettare il week end per mandarmela (non avendo internet a casa) si è fatta venire un crampo al dito mandandomi tutta la ricetta, istruzioni comprese!!!!, con un sms... Gasp!!!
Il minimo che posso farle e dedicare il post a lei e al suo povero dito immolato per Tracce di Cibo...

Allora veniamo ai Grissini-Fabiana: direi che sono davvero semplici e dall'impasto base potete declinarlo con tutte le varianti che volete con il rosmarino, con il peperoncino, con le olive, con le noci e anche ricoperti di semi di sesamo, di papavero,etc...
L'unica accortezza che dovete avere è di aspettare che la pasta si "rilassi" a sufficienza affinchè si riesca ad allungare la pasta senza sentire resistenza...provare per capire...
La seconda cosa che vi consiglio è di non fare dei grissini molto spessi, perchè più sono spessi e meno sono croccati e più "panosi".

GRISSINI
farina 1 Kg
acqua 550 gr
lievito di birra 30 gr
olio extravergine 100 gr
zucchero 20 gr
sale 25 gr
aromi e/o semi a piacere


le dosi sono per un bel pò di grissini...direi 4-5 infornate

Il procedimento è semplice mettere tutti gli ingredienti in una impastatrice (o nella fontana fatta con la farina) ed impastare il tutto moooolto bene. Mi raccomando l'impasto non deve essere duro, ma umido e morbido. Con il Ken ho fatto andare un 15 minuti a velocità sostenuta.
Una volta impastato ho messo a riposare l'impasto dandogli la forma di un filone e l'ho unto di olio e poi coperto.
Se l'impasto prevede un ingrediente incorporato tipo noci, olive, peperoncino, prima del riposo và mescolato alla pasta.
Passati circa 30 minuti (ma dovete fare la prova se la pasta si è abbastanza rilassata altrimenti và proseguito il riposo) quando tagliando una strisciolina di pasta ho visto che allungandola la pasta non faceva resistenza, ho incominciato a formare i grissini.
Per fare i grissini è molto semplice: fodero delle placche con della carta da cucina e suddivido (tagliando per il senso della lunghezza) il filone di pasta in due filoncini. Qundi da ogni filoncino taglio con un coltello delle stricioline di pasta nel senso della pasta più corto. Ogni striciolina sarà un grissino che infatti prendendolo dalle due estremità e tirandolo delicatamente si allungherà. Ripeto, se nel fare questa operazione vi sembra che la pasta sia elastica e "torni indietro" dovete ancora aspettare che la pasta riposi. Tagliate una striciolina alla volta in modo che la pasta non secchi mentre fate i singoli grissini.
Se i grissini devono essere passati nei semi, questo è il momento, dopo averli formati e prima di metterli per l'ultimo riposo sulle placche.
Formati tutti i grissini, questi dovranno riposare una mezz'oretta prima di infornarli.
I grissini vanno cotti in forno ventilato a 210 gradi per 10 minuti circa e comunque fino a quando non li vedrete belli dorati.
Due annotazioni: prima di allungare i grissini controllate quanto è lunga la placca che avete a disposizione e seconda cosa, cercate di fare i grissini tutti dello stesso spessore per avere lo stesso tempo di cottura.

7 commenti:

  1. Bellissimi!! Elogio alla povera Fabiana che ti ha mandato questa stupenda ricetta!

    RispondiElimina
  2. adoro i grissini! approfitto dell'occasione per chiederti se hai letto il libro ' il club delle ricette segrete' . io lo stò leggendo adesso, in america è diventato un caso letterario dato che la gente lo legge e poi prova le ricette! fammi sapere che ne pensi!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elel, grazie mille! provali sono davvero buoni.

    Sweetmaremma, che bella dritta che mi dai... stavo giusto cercando una nuova possibile biblio-traccia da leggere... l'ultimo che ho letto non l'ho pubblicato perchè non mi aveva soddisfatto granchè... se riesco vado oggi a comperarlo e poi ti faccio sapere... ;-)

    RispondiElimina
  4. bellissimi!! e che buoniii!! ciaooo

    RispondiElimina
  5. non ti arrabbi se copio vero? questa sarà la mia prima ricetta di grissini... mi pare semplice, posso farcela, vero?
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
  6. Qui Fabiana!!!Ne è valsa la pena però farmi venire il crampo.....la foto è spettacolare!!!!
    Ho comprato anche io l'altro giorno il libro "il club delle ricette segrete"...carino..Ci sentiamo presto!!!
    Fabiana

    RispondiElimina
  7. pant! pant! scusate il ritardo nella risposta...
    cara Fabiana era proprio il minimo ;-=
    cara Aelessia assolutamente si! anzi sarà un piacere per me sapere che proverai la ricetta...un bacio ed un abbraccio.

    RispondiElimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time zuppa di verdure e pesce