domenica 27 settembre 2009

CHE FATICA 'STE PATATE DUCHESSA!

patate duchessa, contorno, patate, purè
Ma che fatica 'ste patate duchessa! era da una settimana che mi ostinavo a provare a fare le patate duchessa con il purè in fiocchi... inutile dire che le due prove una in settimana, ed una ieri pomeriggio, sono state a dir poco disastrose. Giò mi ha visto talmente depressa per le mie duchesse molliccie e tristi che alla domanda: "che preparo per stasera?" il poverino mi ha risposto: "patate duchessa!". A questo punto non potevo fallire di nuovo e quindi mi sono messa di buzzo buono ed ho preparato le patate duchessa con la ricetta canonica...


  patate duchessa, purè, patate, contorno


Ovviamente seguendo la ricetta canonica sono uscite perfette, ma il mio ego sperimentatore ne è uscito distrutto.

La morale di tutta questa storia?: se volete fare le patate duchessa non provateci con il purè in fiocchi! ;-)

Prima che mi dimentichi: io non amo mettere tanto Parmigiano e quindi nella ricetta che vi propongo mi sono limitata, ma a chi piace può anche raddoppiare il quantitativo.


PATATE DUCHESSA
patate 500 gr
burro leggermente salato 50 gr
tuorli 3
parmigiano reggiano 20 gr grattugiati
noce moscata
sale



le dosi sono per circa 25 ciuffetti.

Ho messo a lessare 500 gr di patate sbucciate al vapore (va bene anche in acqua ma con la buccia però!) ed una volta cotte le ho subito schiacciate con lo schiacciapatate.
A questo punto ho aggiunto il burro, il parmiggiano e una abbondante gruttugiata di noce moscata.
Ho amalgamato il tutto in modo da far sciogliere il burro con il calore delle patate.
Per ultimo e con le patate piuttosto raffreddate ho aggiunto i tuorli d'uovo ho assaggiato ed aggiustato eventualmente di sale (il burro che consiglio il Lurpac è già salato).
Ho di nuovo amalagamato tutto ed ho passato il composto in una bella sac a poche (o tasca) con una bocchetta di media grandezza.
Ho steso quindi un foglio di carta da forno sulla placca del forno ed ho fatto tanti ciuffetti con il composto.
Ho infornato a 180° ventilato per circa 20 minuti o comunque fino a quando i ciuffetti non sono belli dorati. Vanno serviti ancora tiepidi.

Se la ricetta o i consigli ti sono stati utili, lascia una piccola donazione.
Anche solo con 1 euro contribuirai alla prossima spesa ed ai nuovi esperimenti di Francesca!

15 commenti:

  1. :)
    che fatica, ma quando sono buone!
    Buona cucina e buona domenica carissima

    RispondiElimina
  2. Sandra concordo, mi piacciono un casino!
    buona cucina e buona domenica anche a te ;-)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. fatte oggi, buonissime, grazie!!

    RispondiElimina
  4. grazie a te! mi rende felice sapere che sono stata utile... ;-)

    RispondiElimina
  5. ho provato milioni di volte a fare le patate duchessa...il risultato è sempre biscottini piatti e mosci al retrogusto di patate!:-)...leggendo la tua ricetta forse ho capito l'errore, le uova non erano proporzionate alla quantità di patate!...ora provo con la tua ricetta! speriamo bene! altrimenti capirò che non è una ricetta per me, nonostante la sua semplicità!
    Paola

    RispondiElimina
  6. Ciao Paola!
    come hai potuto leggere ti capisco bene quando mi parli di duchesse mollicce e tristi! ;-)
    A dirla tutta questa non è una "mia" ricetta, non ricordo neanche dove l'ho presa, è da tempo che è tra i miei "pizzini"...comunque non ha mai fallito. Quindi vai serena! e fammi sapere....

    RispondiElimina
  7. ..per fortuna che ho letto il tuo post..mia ccingevo anche io a prepararle col pure' in fiocchi...ciao

    RispondiElimina
  8. ciao!
    meno male a qualcosa sono serviti i miei disastri!

    RispondiElimina
  9. mi puoi dare le dosi per 29 persone? il mio pranzo di Natale è sempre molto affollato e io sono sempre in difficoltà per le dosi dei cibi...
    ti ringrazio vivamente mi salveresti dalle solite critiche.
    Daniela49

    RispondiElimina
  10. ops ho sbagliato il numero delle persone sono 20, fa differenza?

    RispondiElimina
  11. Ciao Daniela,
    direi che 20 rispetto a 29 fa la differenza... soprattutto per te!!! ^_^
    comunque, passando a cose serie, immagino che farai le patate duchessa come contorno/decorazione, quindi 3 a testa dovrebbero andare bene. Fai uscire 30 "ciuffetti" dalle dosi che ho dato sopra della ricetta invece che 25 facendole leggermente più piccole e ti assicuro che le dimensioni restano giuste. Così puoi raddoppiare le dosi della ricetta e avrai le tue 60 duchessine. Nel farle avrai un attimo di difficoltà visto il quantitativo. Ti direi di mettere il composto in due sac a poche in modo che anche la parte che in attesa di utilizzo non si secchi all'aria. Poi se hai due bocchette da utilizzare non avrai problemi, se invece ne hai solo una fai così: quando hai terminato di spremere il contenuto della prima sac a poche, prendi la bocchetta, mettila in una terza sac a poche vuota e pulita, poi buca la seconda sac a poche piena e con cautela infilala in quella vuota con la bocchetta! se hai bisogno di altro aiuto puoi anche scrivermi alla mail indicata nei contatti se preferisci... In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  12. grazie mille per l'aiuto e per l'imbocca al lupo. Non sono nuova a queste esperienze (tanti invitati, ma siamo molti figli, consuoceri ecc ancora i nipoti no)e proprio per questo ogni tanto mi cimento in cose un po' fuori dall'ordinario per fare un po' di festa in più anche se questo comporta un po' di fatica e soprattutto sopportazione da parte di mio marito ecc.....^-^ senz'altro ti contatterò per altre occasioni, non sai cosa può significare avere qualcuno che ti ascolta quando sei in difficoltà e che ti può consigliare!Magari ti avessi conosciuta quando ho fatto i rinfreschiper i miei figli che si sono sposati!!!
    Daniela49

    RispondiElimina
  13. Daniela,
    se hai organizzato i rinfreschi dei matrimoni dei tuoi figli, un pranzo di Natale con 20 persone sarà una passeggiata!
    Per qualsiasi cosa sai dove trovarmi! Buon Natale

    RispondiElimina
  14. nooo non erano proprio i rinfreschi del matrimonio, ma la festa che facevamo a casa per i vicini i parenti più lontanti ecc.... e comunque non sai la fatica di cercare e soprattutto DECIDERE la quantità delle cose da preparare...sono una sempre in dubbio credimi
    Daniela 49

    RispondiElimina
  15. Cara Daniela,
    in ogni caso rimani un mito!
    potremmo andare perfettamente d'accordo perchè io non ho problemi a decidere, e cucinare poi per tante persone che dopo un po' mi fa trasformare in hulk divento un energumena verde e cattiva, che maltratta tutti i poveri malcapitati che trova sul cammino!!! ^_^
    se ti può essere utile ho appena pubblicato due menu per Natale!

    RispondiElimina

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

muffin alla carota e mandorle senza grassi doughnuts alla cannella pop corn, speck, anacardi, burro d'acero meringhe alla fragola e cioccolato guacamole marmellata di pesche