domenica 15 febbraio 2009

MINESTRA DI CECI E CODE DI GAMBERI

vellutata, ceci, gamberi
Trasgredisco con la regola che mi sono autoimposta di un post alla settimana aggiungendo anche questa ricettina semplice semplice che non potevo dire di no…

Per San Valentino ho pensato di preparare questa minestra povera ma resa sofisticata dalle code di gamberi cotte al cartoccio. Il tocco romantico, d’obbligo per l’occasione, sono i crostini ritagliati (a mano!) a forma di cuore.
Infine un messaggio per il Cambu: ti prometto che la prossima settimana posto la ricetta delle famose polpette della mamma che ti piacciono tanto!..

MINESTRA DI CECI E CODE DI GAMBERO
ceci già cotti 2 barattoli
latte 1 dl circa
code di gambero 10-12 circa
odori misti rosmarino, alloro, aneto, timo
peperoncino
olio extravergine


Gli ingredienti sono per 4 porzioni

Sciacquo i ceci sotto l’acqua e li metto in un pentolino con tanta acqua quanta serve per coprirli assieme ad un ciuffo abbondante di rosmarino. Lo metto sul fuoco medio e lo faccio cuocere per circa 20 minuti. La cottura ovviamente serve solo ad insaporire l’acqua e far passare il profumo del rosmarino non ovviamente per cuocere i ceci che sono già cotti. Il tempo di cottura quindi è abbastanza relativo.

Nel frattempo preparo le code di gambero da far cuocere al cartoccio. Sciacquo i gamberi, li sguscio e tolgo l’intestino. Quindi li adagio su un foglio di carta da cucina abbastanza grande da formare un cartoccio. Condisco i gamberi con un goccio (ho detto un goccio!) di olio, qualche grano di sale grosso e un mazzetto abbondante di odori (compreso il residuo rosmarino) legato con filo da cucina. Chiudo tutto formando un cartoccio e metto in forno già caldo a 200° per 15 minuti.

Tolgo dal fuoco il pentolino con i ceci. Elimino il rosmarino e frullo i ceci con la loro acqua con un frullatore ad immersione e aggiungo il latte, il peperoncino e olio quanto basta per condire la minestra. Assaggio, e se non è abbastanza saporito, (per ora non ho aggiunto sale visto che i ceci sono in salamoia) aggiungo sale e aggiusto di peperoncino. Se la minestra non è abbastanza liquida aggiungo ancora un goccio di acqua.
Impiatto quindi la minestra calda e ci posiziono sopra le code di gambero condisco ancora con un filo d’olio e guarnisco con crostini.

0 commenti:

Posta un commento

TRACCE FRESCHE...DI CUCINA

biscotti al cioccolato morbidi Barcellona the ultimate weekend merluzzo sous vide tapenade e carciofi  thailandia classic tour Gyoza Chicago summer time